Follow us on Social Media
Torna su

Spermicidi, cosa sono e quanto sono efficaci

Tra gli anticoncezionali più utilizzati dalle donne vi sono gli spermicidi, sostanze chimiche disponibili sotto forma di ovuli, creme, gel, supposte, compresse o schiume direttamente applicabili in vagina prima del rapporto sessuale.

Utilizzati da soli, gli spermicidi non possono essere definiti come contraccettivi efficaci, per cui di solito questi agenti, come il nonoxynol-9, vengono applicati insieme a dispositivi meccanici di barriera come il diaframma, la spirale, il cappuccio cervicale, ma anche in preservativi opportunamente lubrificati con lo spermicida.

Ma come funzionano queste sostanze?

In genere agiscono in due modi: il primo è relativo ad un’alterazione della membrana che riveste gli spermatozoi, in questo modo essi vengono immobilizzati o uccisi perdendo la capacità di fecondare l’ovulo. Mentre il secondo metodo d’azione riguarda una modificazione del pH vaginale, creando così un ambiente no idoneo alla sopravvivenza degli spermatozoi.

Tra gli svantaggi, dovuti ad un utilizzo smodato e non corretto, vi sono possibili irritazioni, reazioni allergiche per entrambi i partner, prurito, eruzioni cutanee ed infezioni. Inoltre la durata di efficacia è di solo 60 minuti e non assicurano nessuna protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili .

Tra i vantaggi vi è la facilità di applicazione, un aumento della lubrificazione durante il rapporto sessuale ed inoltre, se utilizzati in associazione con gli altri anticoncezionali, possono ridurre sensibilmente il rischio di gravidanze indesiderate.

Maggiori dettagli

Chiara Colucci è Medico Specializzando in Ginecologia presso l'Università degli Studi di Firenze. Laureata all'Università degli Studi di Napoli Federico II ed abilitata presso l'albo dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Napoli nel 2017 con codice iscrizione 035937.

Inserisci un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.